• Cos’è il Programma per lo Sviluppo del Settore Privato in Albania?

    Shpërndaje në:

    Il Protocollo bilaterale di Cooperazione per lo Sviluppo tra Italia ed Albania prevede l’uso di mezzi finanziari e non finanziari attraverso il Programma per lo Sviluppo del settore privato in Albania, destinati a sostenere lo sviluppo di piccole e medie imprese albanesi (PMI) con interventi volti a creare i presupposti che favoriscano e rendano agevole il loro accesso al credito bancario, ne migliorino la tecnologia e ne aumentino la concorrenzialità nel mercato locale ed internazionale, grazie all’innovazione tecnologica e al miglioramento degli standard produttivi.

    Il Programma è finanziato in due fasi:

    - Prima fase: “Programma per lo Sviluppo del Settore Privato per mezzo di un credito a sostegno delle piccole e medie imprese e della fornitura di assistenza tecnica (PRODAPS) – AID 7961 e
    - Seconda fase: “Programma di Assistenza Integrata per lo Sviluppo delle PMI Albanesi (IASME) – AID 9645.

    La Prima Fase del programma PRODAPS prevede due importanti strumenti finanziari (componenti del prestito agevolato): i) una Linea di Credito di 25 milioni di Euro, fondo per capitale circolante, ii) un Fondo di Garanzia di 2,5 milioni di Euro e iii) un fondo in donazione di 1,7 milioni di Euro per l’Assistenza Tecnica.

    La Seconda Fase del programma IASME, è una continuazione della prima fase che prevede, i) il rifinanziamento della Linea di Credito con un fondo aggiuntivo di 11 milioni di Euro, ii) l’aumento della capacità di finanziamento del Fondo di Garanzia della prima fase PRODAPS con l’aggiunta di 2.5 milioni di Euro e iii) una componente di 1.5 milioni di Euro per il finanziamento di tutte le operazioni di Assistenza Tecnica.

    Istituzione esecutrice: Ministero delle Finanze e dell’Economia, per mezzo dell’Unità di Gestione del Programma (PMU)

    Data d’inizio:  La Prima Fase del programma PRODAPS è iniziata in Gennaio 2009
                                 La Seconda Fase del programma IASME in Aprile 2016

    Stato d’esecuzione: In corso

    L’obiettivo principale del Programma è di aiutare la crescita economica dell’Albania dal punto di vista dell’integrazione nel mercato comune Europeo, sostenendo l’ampio sviluppo delle imprese locali e, al tempo stesso, promuovendo l’implementazione di standard ambientali sostenibili e il generale miglioramento delle condizioni lavorative.

    Il particolare obiettivo del Programma è il miglioramento del rapporto di fiducia tra le PMI albanesi e il sistema bancario locale, inteso come concessione di crediti al fine di favorire l’ampia crescita dell’impresa, la formazione di nuove imprese a favore delle innovazioni nei processi e nella produzione e il supporto dell’implementazione delle operazioni legate alle responsabilità sociali dell’impresa e di fusioni funzionali tra PMI.

    I risultati auspicati sono

    • Miglioramento dell’accesso delle PMI ai servizi finanziari, la promozione di una maggior interazione tra le PMI e le Banche Commerciali Private (BCP), assicurando la specializzazione delle BCP nelle operazioni di credito a medio termine;
    • Aumento della disponibilità di capitale per il credito a medio termine e delle risorse finanziarie per la diversificazione e il rafforzamento dei servizi bancari;
    • Aumento del numero delle piccole e medie imprese (PMI) come clienti delle Banche Commerciali Private, diminuendo il livello di collaterali che esse devono soddisfare per ottenere il credito;
    • Inizio del processo per la realizzazione delle capacità del settore, creando i presupposti favorevoli allo sviluppo delle PMI e all’interazione tra imprese, banche, autorità pubbliche e organi intermedi (società commerciali, camere di commercio e società di consulenza).

    Beneficiarie di quest’iniziativa sono prevalentemente le PMI albanesi, intese come specifiche unità produttive, secondo la definizione dell’Unione Europea adottata nella legislazione albanese.

    La gestione della Linea di Credito si realizza per mezzo delle Banche Commerciali Private e delle Istituzioni Finanziare non Bancarie, incluse nel programma, che concedono prestiti alle PMI.